Chi sono

Sono una coach della vita autentica.
Aiuto le donne a conoscersi meglio e a credere in loro stesse.

La mia storia

Un giorno mi sono svegliata e mi sono resa conto che erano anni che non sentivo niente, non ricordavo nemmeno cosa avessi fatto il giorno prima. Era come se fossi immersa nella foschia.

Ero fidanzata, convivevo in una bella casa milanese, facevo il lavoro per cui avevo studiato: ero fortunata, eppure non mi ci sentivo. Non sentivo niente.

È allora che ho iniziato a cercare e ho trovato il coaching. Ho imparato a farmi delle domande  e a poco a poco ho imparato a conoscere chi ero veramente e cosa volevo davvero.

Sono diventata più sicura e ho tirato fuori il mio coraggio.
È iniziato il mio risveglio.

Cosa ho studiato?

Mi sono abilitata alla professione di coach con Francesca Zampone all’Accademia della Felicità di Milano. Ho completato il tirocinio di 100 ore e la supervisione di coaching; e ho frequentato due master in coaching, di cui uno specificamente dedicato alle tematiche del femminile.
Ho lavorato anche con Terri Cole, Susannah Conway, Marie Forleo e Kelly Diels.

Vuoi lavorare con me? Vai qui.

I miei tre talenti d’oro

  • So ascoltare, ho grande intuito e spirito d’osservazione. Puoi stare certa che non mi perderò nemmeno un dettaglio di ciò che mi dirai.
  • Per dieci anni ho fatto l’attrice e ho imparato a mettermi nei panni degli altri. Non storcerò il naso a quello che mi racconterai e non ti giudicherò mai.
  • Vado in profondità ma mi piace la leggerezza. Penso che ogni cosa sia la compenetrazione di opposti: luce e ombra, maschile e femminile.

Vuoi saperne di più?
Ecco altre cose su di me:

  • Sono laureata in filosofia e ho un master in editoria.
  • Lavoro anche come consulente editoriale nel settore dei fumetti e della letteratura per l’infanzia. Amo le storie, le immagini, le metafore e i simboli.
  • La mia parte in luce si nutre di : yoga, arte contemporanea, cantautori indie, coccole con la mia gatta, ballare lo swing, rituali da strega, vestiti a stampe bizzarre, scrivere a mano, candele profumate, stese di tarocchi, mangiare cibi strani, curare le orchidee, conversazioni filosofiche, condividere e socializzare (ma solo in piccoli gruppi), cinema e serie tv.
  • Quella in ombra adora: la musica punk, i film horror, la fotografia di cronaca nera anni ’50, i romanzi gotici, il bondage, la pittura naïf, i sex toys, la letteratura erotica, i fumetti underground.